La storia

Italian

Il settecentesco Mulino, alimentato fino a qualche decennio fa dalla sorgente naturale del torrente Busaidone tramite un chilometrico canale d’acqua scavato nella roccia, era uno dei tanti mulini ad acqua della vallata e della Contea di Modica, producendo farina fino al 1956. Oggi, unica testimonianza rimasta integra su tutto il territorio, si presenta al visitatore perfettamente funzionante, alimentato da un circuito d’acqua che percorre in parte il corso originale del canale. Il visitatore potrà così ammirare il meccanismo di funzionamento ed in particolar modo il canale dell’acqua che riempie un recipiente d’accumulo conico in pietra di 11 metri d’altezza, prospiciente al Mulino, la ruota a palette, nella camera dell’acqua, progettata in stile arabo, alimentata dall’estremità inferiore del recipiente d’accumulo e motore stesso del Mulino e infine la stanza della molitura, caratterizzata da maestose volte e da antiche macine.

Annessa al Mulino, ancora oggi si può visitare la “casa del mugnaio” costituita da una grotta adibita a dimora, con attigui stalla e fienile, anch’essi ricavati in grotte, ambienti che proiettano il visitatore indietro nel tempo per scoprire uno stile di vita affascinante e ormai scomparso.